Zuppa di radici


zuppa di radici servita con crostini e pepe nero

Oggi vi presento la ricetta della zuppa di radici: topinambur, pastinaca e carote. Una zuppa povera, dei tempi del medioevo, da mangiare con pane vecchio.

Il topinambur ha un sapore un po’ amarognolo tra la rapa e la patata. Qui, per addolcire il suo gusto l’ho mescolato alla pastinaca e alla carota. Proverò anche con la patata dolce, ma questa è un’altra ricetta 😉

Alla fine la zuppa è semplice, ho messo le radici tagliate a rondelle in acqua fredda con una capsula di brodo di pollo, ho aspettato l’ebollizione e ho lasciato cuocere per mezz’ora. Poi ho scolato un po’ di acqua di cottura (in base alla consistenza voluta) e ho frullato il tutto con il frullatore a immersione.

Un filo d’olio a crudo, crostini di pane e pepe nero.

Da mangiare calda, con un bicchiere di vino rosso, magari quando fuori piove.

Lo sapete? In Francia “cena” si dice “diner” (si pronuncia “diné” – ricorda “dinner” inglese) ma anche “souper” (si pronuncia “supé”) e fa chiaramente riferimento alle zuppe. Eh già, perché oltralpe ci cena con una zuppa quasi sempre (seguita da formaggi e qualche affettato oppure l’onnipresente quiche). Non è difficile trovare dei ricettari solo di zuppe e i “bar a zuppe” fioriscono un po’ ovunque. I bar a zuppe  sono dei locali con un’offerta di una decina di zuppe differenti. Magari servite in bicchieroni di carta. Molto in voga per la pausa pranzo, soprattutto in inverno.

Dura far mangiare zuppa di verdure ai miei due maschietti italici (7 e 5 anni), lagnano e protestano. E allora come fare? Li lascio fare: metto in tavola dei crostini di pane e lascio che se li condiscano da soli con una leggera strusciata di aglio e un filo d’olio, metto in tavola del formaggio grattugiato (emmental, compté ma anche gli italici parmigiano e pecorino), un formaggino… e lascio che si servano in autonomia  (con moderazione). Insomma, lascio che “decidano” loro come mangiare la loro zuppa. Alla fine è tutta una questione di abitudine 😀

Zuppa di radici (topinambur e pastinaca)

Preparazione15 min
Cottura45 min
Tempo totale1 h
Portata: Zuppa
Cucina: Francese
Keyword: pastinaca, topinambur, zuppa
Chef: Diario di Cucina - Paola

Ingredienti

  • 500 g topinambur
  • 2 pastinaca
  • 2 carote medie
  • 1 cipolla
  • 1/2 spicchio d'aglio
  • 1 rametto di timo
  • 1/2 foglia di alloro
  • 1 capsula di brodo di pollo
  • 1,25 lt di acqua
  • olio extra vergine
  • crostini di pane
  • formaggio frattugiato emmental, compté, parmigiano, pecorino
  • pepe nero

Istruzioni

  • Pulite e sciacquate les verdure.
  • Tagliate i tapinambur a metà (o in 4 a seconda della dimensione).
  • Tagliate e rondelle le pastinaca e le carote.
  • Togliere il germe alla cipolla e al mezzo spicchio d'aglio.
  • Preparare un sacchetto/filtro del té con il timo e l'alloro.
  • Mettere il tutto in una pentola e coprire con l'acqua.
  • Mettere sul fuoco e aggiungere il brodo di pollo.
  • Aspettare l'ebollizione, abbassare il calore e lasciare cuocere 30 minuti.
  • Togliere il sacchetto delle erbe aromatiche.
  • Scolare un po' di acqua di cottura e frullare con il frullatore a immersione.
  • Aggiungere il sale (se necessario).
  • Servire con pepe nero, crostini di pane, olio a crudo e formaggio grattugiato.
3 Condivisioni
Ti potrebbero anche interessare

Minestrina della Sera

Minestrina della sera per bambini. Qui tante altre ricette per bambini. A 9 mesi compiuti il piccolo di…