Tarte au Citron – Lemon Tarte – Crostata alla Crema di Limone

tarte au citron meringuée

Tarte au Citron Meringuée, ma anche senza la meringa italiana sopra è buonissima.

S’è capito, no? Chiamatela come vi pare!!! Tarte au Citron se siete in Francia, ma se andate in America la conoscono come Lemon Tarte ed è proprio la stessa uguale identica cosa tanto che può essere meringata oppure no. Questa tarte au citron è in versione non-meringata, ma se volete provare quella meringata basta fare una meringa italiana, mettercela su e dorare le onde con il cannello.

Domenica scorsa qui ha nevicato, quale occasione migliore per vedere i mercatini di Natale nella perfetta atmosfera natalizia? Bancarelle in legno, lucine di Natale, musiche di cornamuse, fiocchi di neve… per avere di meglio dovrei andare a Rovaniemi (Lapponia – Finlandia)! Ma lì fa veramente troppo freddo, quindi direi che Grenoble è un buon compromesso 🙂

Mercatini

Con quest’atmosfera candida e festosa mi è venuta in mente la Tarte au Citron Meringuée che con la sua nuvola di candida e soffice meringa ricorda la neve fresca.
Lo so: qui-non-c’è-la-meringatura, quindi perde molto in scenografia. La tarte au citron è davvero molto scenografica con sù uno strato alto un palmo di meringa italiana con alcune onde dorate con il cannello.

Sìssì lo so… Pandori , Panettoni, Torroni… i dolci non mancheranno di certo sulla tavola di Natale, ma secondo me anche con i dolci comandati è d’obbligo preparare un dessert, soprattutto se è scenografico 🙂 eppoi la tarte au citron è davvero fresca (sostituisce il sorbetto, giuro!) e sta benissimo anche dopo un pasto a base di pesce.

Per la tarte au citron ho usato la pasta frolla alle mandorle e nella crema di limone c’è la francesissima crème fraîche épaisse (se non la trovate potete sostituirla con del mascarpone diluito con 2 cucchiai di latte… il sapore non sarà proprio lo stesso ma la consistenza ci si avvicina molto). Così dicono i sacri testi francesi 😉

Ricetta della Tarte au Citron (Lemon Tarte)

Tarte au Citron
Stampa
Tempo totale
2 hr
Tempo totale
2 hr
Per la pasta frolla alle mandorle
  1. 185 g di farina 00
  2. 40 g di zucchero a velo + quello per la decorazione
  3. 30 g di polvere bianca di mandorle
  4. 125 g di burro in pezzi a temperatura ambiente (non fuso!)
  5. 1 rosso d’uovo
Per la crema al limone
  1. 1 cucchiaio di scorza di limone bio grattugiata (circa 3 limoni grandi)
  2. 125 ml di succo di limone (circa 2 limoni)
  3. 5 uova
  4. 165 g di zucchero granulare
  5. 250 ml di crème fraîche épaisse (se non la trovate potete sostituirla con del mascarpone diluito con 2 cucchiai di latte… il sapore non sarà proprio lo stesso ma la consistenza ci si avvicina molto).
Preparazione
  1. Mescolate la farina, lo zucchero a velo, la polvere di mandorle e il burro a pomata in una terrina.
  2. Aggiungete il tuorlo d’uovo e lavorate la pasta fino a quando assume una consistenza liscia.
  3. Fatene una palla, copritela con la pellicola trasparente e mettete in frigo per un’ora circa.
  4. Appiattite la pasta con il mattarello mettendola tra due fogli di carta-forno e foderate la tortiera a cerniera o dal fondo removibile.
  5. Coprite e lasciate riposare in frigo per altri 30 minuti.
  6. Nel frattempo accendete il forno a 210° C.
  7. Passati i 30 minuti ricoprire la pasta frolla con dei ceci secchi e mettere il tutto in forno per 15 minuti.
  8. Quindi togliere la teglia e abbassare il forno a 180°/190° C.
  9. A questo punto preparate la crema al limone.
  10. Frullate gli ingredienti in una ciotola e lasciate riposare il tutto per 5 minuti.
  11. Versate la crema sopra la pasta frolla (i ceci li avrete già tolti, s’intende!) e rimettete in forno per 30 minuti.
  12. Fatela raffreddare, quindi conservate in frigo. Meglio se rimane in frigo una notte prima di essere gustata, quindi è il dolce perfetto perché va preparato il giorno prima.
  13. Decorate con scorzette di lime o quello che vi pare e zucchero a velo. Oppure meringatela!
Note
  1. Per una tortiera di 25 cm di diametro dal fondo removibile.
Diario di Cucina https://www.diariodicucina.it/