Savarin ai Frutti Rossi per Dario

savarin ai frutti rossi

Il Savarin ai Frutti Rossi per festeggiare la nascita di Dario 😀

Erano le 6,30 di mattina e ho cominciato a sentire dei doloretti. Ma non mi è successo come si vede nei film che ti si rompono le acque, corri in ospedale e ne esci con in braccio un fagottino. No… a me non si sono rotte e ho dovuto fare come mi hanno detto “fino a quando non avrai le contrazioni ogni 5 minuti per almeno un paio d’ore è inutile che vieni all’ospedale ché ti rimandiamo a casa!”. Che detto così sembra una minaccia, ma quando hai i dolori forti li maledici e ti domandi “ma a che cavolo serve l’epidurale se te la fanno quando praticamente stai per partorire???”. Dopo ore (ho detto ore!) di dolori intermittenti e tecniche pressoché inutili per cercare di alleviarli (l’ostetrica m’aveva dato pure una fotocopia con tutte le posizioni e le tecniche per cercare di alleviare i dolori…) giunge finalmente il momento tanto atteso di andare in ospedale dove braccia accoglienti e competenti mi prendono in carico. Ne esco qualche giorno fa e la mia vita non è più quella di prima! Quel fagottino piccolo piccolo che dorme di là (e che tra un po’ si sveglierà) detta regole e tempi e siccome me l’hanno dato senza libretto di istruzioni, vado in ansia per qualsiasi pianto! Lui lo sa, è piccolo mica stupido, e se ne approfitta 🙂

In effetti… ehm… trovo più semplice fare questo Savarin ai frutti rossi che far calmare il pianto del piccolo cucciolo di uomo quando è in preda ad uno dei suoi “doloretti”.

Eh sì… la scaramanzia fa fare strane cose: a me ha fatto mantenere il “segreto” della gravidanza, e tante altre cose che non sto qui a raccontare 😉 Ma deve essere stata tutta colpa degli ormoni perché non sono mai stata scaramantica. Quindi spero davvero che nessuno me ne voglia…

savarin ai frutti rossi

Devo dire che i miei passaggi in cucina sono ai minimi storici, guardo forno e fornelli con un certo disinteresse. Mi avvicino solo per fame e la voglia di sperimentare e assaggiare nuovi sapori è a zero. Potrei mangiare per un mese intero sempre la stessa roba senza neanche rendermene conto. Il pasto deve essere veloce (velocissimo), e sano (più per lui che per me!). Insomma… ricopio i piatti dell’ospedale!

Ma Dario va festeggiato. Fatelo voi per me, preparate questo fantastico Savarin – alla francese – Babà – all’italiana, e se vi piacerà brindate alla sua salute.

La scelta è stata facile:

  • Questo (proprio questo) Savarin è stato preparato e fotografato durante il periodo di Natale dello scorso anno. Quindi è una delle prime cose che ha “assaggiato” quando era ancora nella mia pancia. Poi è rimasto lì, in cantina, in attesa di essere stappato (ebbene sì: è un’immagine di repertorio).
  • La preparazione è lunga ma la soddisfazione è tanta.
  • La ricetta dell’impasto di questo Savarin ai frutti rossi è di un grandissimo della pasticceria italiana: Luca Montersino (l’ho presa da questo ricettario qui)

 Ricetta Savarin ai Frutti Rossi

Savarin ai Frutti Rossi

Tempo totale2 h 30 min
Porzioni: 8
Chef: Diario di Cucina - Paola

Ingredienti

Per l’impasto Babà

  • 400 g di farina manitoba
  • 160 g di burro
  • 40 g di zucchero semolato
  • 20 g di lievito di birra
  • un pizzico di sale
  • 400 g di uova intere

Per la bagna al rum

  • 240 g di zucchero
  • 2 bicchieri di acqua
  • ½ bicchiere di rum o caffè o succo d’arancia filtrato

Per la finitura

  • 100 g di gelatina neutra
  • 200 g di frutta fresca
  • 200 g di panna montata alla vaniglia oppure di crema diplomatica: 50% panna montata 50% crema pasticcera

Istruzioni

  • Impastate la farina, lo zucchero, metà delle uova e il lievito con il robot.
  • Quando l’impasto risulterà liscio, incorporate poco alla volta le altre uova e infine il burro a pomata. Salate.
  • Suddividete l’impasto negli stampini individuali per Savarin (o in uno grande) e lasciate lievitare fino a quando il volume si sarà raddoppiato; quindi cuocete in forno caldo a 180° C per 15-20 minuti.
  • A fine cottura togliete dallo stampo e fate freddare.
  • Nel frattempo preparate la bagna: scaldate a fuoco moderato tutti gli ingredienti fino a completa dissoluzione dello zucchero.
  • Con questa bagna inzuppate il Savarin e poi sistematelo su una griglia a scolare.
  • Lucidare il Savarin con la gelatina.
  • Riempite il foro centrale del Savarin con la panna montata alla vaniglia (o con la crema diplomatica) e decorate con la frutta fresca.
  • Lucidate con la gelatina neutra anche la frutta.
6 Condivisioni
Ti potrebbero anche interessare
Pane fatto in Casa (Vero)

Pane fatto in Casa (Vero)

Buono come il pane. FINALMENTE un pane fatto in casa vero, con la crosta croccante tutt’intorno, la mollica…
alveolatura croissant francesi

Croissant Francesi Classici

Voilà… un paio di anni fa non avrei proprio creduto di scrivere questo post. I croissant francesi (quelli…
cheesecake

Cheesecake Philadelphia e Yogurt

  Cheesecake philadelphia e yogurt ai frutti di bosco. Festeggiamenti estivi… Pranzi, cene, ricorrenze, compleanni… Ci sarà pure…
profitterol bianco

Profitterol Bianco

Profitterol bianco ma non è cioccolato bianco 😀 Qui (clic) la ricetta del profitterol classico. Bignè ripieni di…