Ricetta Cacciucco o Caciucco

cacciucco caciucco

Cacciucco o Caciucco?

Ho messo la tuta, ho sfamato il gatto (sai che pilotto m’avrebbe dato con il pesce che girava per la cucina), ho lavato le mani e mi sono rimboccata le maniche. Ho acceso la radio… si comincia! La ricetta del cacciucco è una di quelle cose che mi ha sempre affascinato. E’ una ricetta toscana e questo già riempie di importantissimi dettagli il piatto. i toscani sono così orgogliosi delle loro origini e tradizioni che cercano di mantenerle in ogni minimo dettaglio e forse è proprio questo il segreto della loro ottima cucina! Però non cavilliamo su ogni cosa, ok? Il cacciucco (o caciucco?) è una zuppa di pesce, in Francia hanno la provenzale Buillabaisse (= abbassa che bolle) e noi italiani abbiamo il toscano cacciucco. Buone entrambe, questione di dettagli 😉 basta usare i pesci giusti che poi alla fine provenza e toscana non stanno poi così lontane e i pesci girano :-)

POST CENA:
Ho dimenticato la zuppa avanzata in un posto accessibile al mio gatto. Il mattino seguente non miagolava dalla fame e camminava tronfio e soddisfatto per casa!!!

Il tempo per la pulizia del pesce prende più della metà del tempo totale di preparazione (soprattutto se è severamente vietata anche solo l’ombra di spine e di sabbia).
Ho strofinato con la spugnetta di metallo le cozze (buttando quelle con varie incrostazioni) che poi ho messo in una casseruola insieme con olio, 2 spicchi d’aglio e 1 bicchiere di vino.
Sul fuoco vivace ho atteso che si aprissero e mano a mano le levavo dal fuoco.
Ho filtrato il liquido delle cozze con un colino su cui ho messo 3 strati di carta cucina.
Nel frattempo ho tolto la corazza a mazzancolle e gamberoni, ho diliscato le sogliole (!!!), ho controllato il filetto di nasello (che aveva le spine anche lui), ho pulito le triglie spellandole, diliscandole, tagliando testa e coda.
Ho tritato non finemente la cipolla, il sedano, la carota e il prezzemolo che poi ho messo in una casseruola a soffriggere.
Quindi ho aggiunto 1 bicchiere di vino bianco e ho atteso che evaporasse tutto.
Ho aggiunto la passata di pomodoro e ho aggiustato di sale.
Dopo 5 minuti di cottura ho aggiunto 2 bicchieri di acqua e le teste delle triglie, delle sogliole e del gamberi.
Ho fatto cuocere per 20-25 minuti.
Poi ho tolto i residui di pesce (che ho buttato) e ho fitrato con un colino il sughetto ottenuto che ho unito all’acqua delle cozze.
Ho aggiunto altri 2 bicchieri di acqua e ho portato a ebollizione.
A questo punto ho abbassato al minimo la fiamma e ho unito il pesce pulito e ho fatto cuocere per 10-15 minuti.
Poi ho unito anche le cozze.
Dopo 5 minuti ho spento, ho aggiunto il peperoncino, ho mescolato e servito.
Nel forno a 200° C ho messo delle fette di pane casereccio ad abbrustolire.
Le ho passate con uno spicchio d’aglio e le messe sul fondo del piatto.
Sopra ho versato la zuppa.

Ricetta Cacciucco o Caciucco

Cacciucco
Porzioni 2
Stampa
Tempo totale
2 hr
Tempo totale
2 hr
Ingredienti
  1. 1/2 kg di cozze
  2. 400 g di filetto di nasello
  3. 200 g di mazzancolle
  4. 300 g di sogliole
  5. 2 triglie piccole
  6. 4 gamberi
  7. 2 spicchi d’aglio
  8. 1 gambo di sedano
  9. 1 carota
  10. 1 cipolla
  11. prezzemolo
  12. 400 g di polpa di pomodoro
  13. 2 bicchieri di vino bianco secco
  14. olio
  15. sale
  16. peperoncino
  17. pane casereccio
Preparazione
  1. Il tempo per la pulizia del pesce prende più della metà del tempo totale di preparazione (soprattutto se è severamente vietata anche solo l’ombra di spine e di sabbia).
  2. Ho strofinato con la spugnetta di metallo le cozze (buttando quelle con varie incrostazioni) che poi ho messo in una casseruola insieme con olio, 2 spicchi d’aglio e 1 bicchiere di vino.
  3. Sul fuoco vivace ho atteso che si aprissero e mano a mano le levavo dal fuoco.
  4. Ho filtrato il liquido delle cozze con un colino su cui ho messo 3 strati di carta cucina.
  5. Nel frattempo ho tolto la corazza a mazzancolle e gamberoni, ho diliscato le sogliole (!!!), ho controllato il filetto di nasello (che aveva le spine anche lui), ho pulito le triglie spellandole, diliscandole, tagliando testa e coda.
  6. Ho tritato non finemente la cipolla, il sedano, la carota e il prezzemolo che poi ho messo in una casseruola a soffriggere.
  7. Quindi ho aggiunto 1 bicchiere di vino bianco e ho atteso che evaporasse tutto.
  8. Ho aggiunto la passata di pomodoro e ho aggiustato di sale.
  9. Dopo 5 minuti di cottura ho aggiunto 2 bicchieri di acqua e le teste delle triglie, delle sogliole e del gamberi.
  10. Ho fatto cuocere per 20-25 minuti.
  11. Poi ho tolto i residui di pesce (che ho buttato) e ho fitrato con un colino il sughetto ottenuto che ho unito all’acqua delle cozze.
  12. Ho aggiunto altri 2 bicchieri di acqua e ho portato a ebollizione.
  13. A questo punto ho abbassato al minimo la fiamma e ho unito il pesce pulito e ho fatto cuocere per 10-15 minuti.
  14. Poi ho unito anche le cozze.
  15. Dopo 5 minuti ho spento, ho aggiunto il peperoncino, ho mescolato e servito.
  16. Nel forno a 200° C ho messo delle fette di pane casereccio ad abbrustolire.
  17. Le ho passate con uno spicchio d’aglio e le messe sul fondo del piatto.
  18. Sopra ho versato la zuppa.
Diario di Cucina https://www.diariodicucina.it/
  • Federico

    Ciao Alessia, interessante informazione. Solo una cosa: ho scaricato dal sito del Ministero delle Politiche Agricole l’edizione 2014 dell’Elenco dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali – http://goo.gl/1PoEIH – Sono rimasto un po’ sorpreso , infatti trai i 463 prodotti della Regione Toscana il cacciucco proprio non l’ho trovato. Ero interessato a sapere cosa avessero depositato e come fosse descritto nella scheda. Hai qualche informazione in più o la scheda stessa? Ho guardato anche sul sito della regione, ma ancora, niente cacciucco.. Grazie!!

    • Alessia

      Non so che dirti…ho visto anch’io…ho avuto l’ informazione da uno Chef…e io ho scritto quello che ci ha detto…non so probabilmente sarà nel prossimo aggiornamento.