Ravioli di Grano Saraceno ripieni di Polenta e Puzzone

Cappello

Capisci l’utilità del cappello quando vivi in un posto dove pioviccica spesso (e se non è pioggia è neve) e devi spingere un passeggino con entrambe le braccia. All’inizio usavo l’ombrello, ma facevo una fatica assurda e la gente che incontravo per strada mi guardava come un fenomeno da baraccone. Come dargli torto, d’altronde. Spiando, guardando come si vestivano gli altri e studiano le vetrine, piano piano si è insinuato in me il dubbio che il cappello non fosse solo un accessorio snob (più che altro inglese) ma che avesse anche una sua praticità!

E difatti oramai io e il mio cappello siamo inseparabili. Dovrei usare il plurale, lo so, dovrei dire i MIEI CAPPELLI, così come dico le MIE SCARPE e le MIE BORSE… aaaaaaaahhhhhhhh sento che qualcosa di terribile sta per accadere, anzi più che una sensazione è una certezza: scarpe, borse e cappelli non saranno mai abbastanza. Proprio oggi, per esempio, passeggiando con mio figlio in centro ho visto un negozietto che vende i classici cappelli francesi, sì insomma quelli di lana che si portano sulle ventitré con una specie di picciolo al centro. Una collezione infinita di colori. Non l’ho ancora comprato perché ero indecisa sul colore e stavo con mio figlio Dario che molto pazientemente avrebbe aspettato (forse) 30 secondi prima di farmi pentire di essere entrata.

ravioli di grano saraceno

Per la ricetta di oggi ho pensato ad una cosetta un po’ elaborata: ravioli di grano saraceno ripieni di polenta e puzzone. Certe volte capita di aver voglia di spignattare, anche perché spignattando si pensa meglio agli abbinamenti di colore! Non so perché ma i ravioli di grano saraceno mi fanno pensare ai pizzoccheri.

Ricetta Ravioli di Grano Saraceno ripieni di Polenta e Puzzone

Fagottini di Grano Saraceno ripieni di Polenta e Puzzone
Porzioni 8
Stampa
Tempo totale
1 hr 30 min
Tempo totale
1 hr 30 min
Ingredienti
  1. 350 g di farina 00
  2. 150 g di farina di grano saraceno
  3. 10 tuorli
  4. vino bianco
  5. sale
per il ripieno
  1. 2 porri
  2. 500 g di patate lessate e schiacciate
  3. 300 g di polenta fredda
  4. 25 g di farina 00
  5. 30 g di burro
  6. un pezzetto di formaggio puzzone
  7. parmigiano reggiano grattugiato
  8. sale, pepe
per condire
  1. 300 g di funghi (anche porcini)
  2. uno spicchio d’aglio
  3. rosmarino
  4. olio extravergine di oliva
  5. sale, pepe
Preparazione
  1. Preparate la pasta mescolando i due tipi di farina, il sale, i tuorli e il vino bianco. Deve diventare un impasto piuttosto duro.
  2. Preparate il ripieno facendo soffriggere il porro tritato nel burro, aggiungete la farina e fate amalgamare il tutto (30-60 secondi). Spegnere il fuoco e unite le patate e la polenta grattugiata. Aggiustate di sale, pepe e parmigiano. Formate delle palline e inseriteci un pezzetto di puzzone.
  3. Stendete la pasta e ricavarne dei quadrati di 6-7 cm, farciteli con le palline di ripieno e chiudete a fagottino o a raviolo.
  4. Tagliate i funghi e fateli saltare con un po’ d’olio, l’aglio, il rosmarino, il sale e il pepe.
  5. Lessate i fagottini prima di servirli con il loro condimento.
Diario di Cucina https://www.diariodicucina.it/