Pastella al Vino

pastella 

“Se impastellato o fritto dorato riuscirei a mandare giù anche le suole delle scarpe”!

Eppure questa tecnica varia a seconda di quello che dobbiamo friggere. L’unica costante è la temperatura dell’olio, che deve essere intorno ai 175° C per permettere una cottura corretta dell’interno e una doratura omogenea dell’esterno.

Nella preparazione dei carciofi fritti di Pellegrino Artusi sconsiglia vivamente di usare un qualunque tipo di pastella. I pesce in genere si friggono con la stessa tecnica dei carciofi dell’Artusi: passati nella farina e fritti in olio di semi, ma qualche volta ci viene la voglia irrefrenabile di cucinare e quello è il momento degli esperimenti. Certe volte si trovano delle cose geniali! Questa pastella nasce da uno di quei momenti. Voglio cambiare un po’ la solita frittura di pesce e mi metto a sfogliare dei ricettari. Trovo questa pastella al vino e la provo.

Ricetta Pastella al Vino

Pastella al vino
Stampa
Tempo totale
15 min
Tempo totale
15 min
Ingredienti
  1. 150 g di farina 00
  2. 3 uova
  3. 150 g di vino bianco secco frizzante
  4. sale
Preparazione
  1. Ho sbattuto con la frusta 1 uovo intero con 1 tuorlo.
  2. Poi ho mescolato il tutto alla farina, al sale e al vino bianco.
  3. Ho amalgamato bene facendo attenzione a che non ci fossero grumi.
  4. Ho montato a neve ben ferma i 2 albumi d’uovo e li ho mescolati alla pastella facendo attenzione a non smontarli.
Diario di Cucina https://www.diariodicucina.it/