Panettone gastronomico licoli dolce e yudane

panettone gastronomico lievito madre morbidissimo licoli dolce e yudane

Era da un po’ che avevo in mente di aggiungere il panettone gastronomico sulla tavola di aperitivi e feste. Mi ricordo della sua imponente presenza sulla grande tavola del salone ad ogni ricevimento di famiglia: per mia madre non poteva mancare in quelle occasioni un po’ speciali tipo comunioni o cresime o anniversari di matrimonio. Oggi sarebbe sicuramente sulla tua tavola, nonna, per festeggiare i tuoi 97 anni, se questo dannatissimo virus non ti impedisse di festeggiare come vorresti; con il tipico via vai di comari, amici e parenti 🥳

In effetti il panettone gastronomico è un po’ il “re” dei buffet: TUTTI a scrutarne gli strati per scoprirne il contenuto. C’è chi aspetta diligentemente che la farcitura scelta sia disponibile, e chi preferisce scoprirla all’assaggio, tanto sarà sicuramente tutto buono!

Aggiungo senza dissimulata pigrizia che preparare un buffet o un aperitivo tra amici/parenti è più impegnativo di un pranzo della domenica degli anni ’80: Tutti quegli stuzzichini, amuse-buche, finger food, insalatine, pizzette… insomma mi avete capito no? Negli aperitivi/buffet l’invitato è messo di fronte all’imbarazzo della scelta. E fino ad ora la preparazione ANCHE del panettone gastronomico mi trovava “un po’ stanchina” (cit. Forrest Gump). Ma ora che ho il lievito madre il discorso cambia. Con il lievito madre si preparano lievitati in grado di conservarsi in ottime condizioni di fragranza e morbidezza per alcuni giorni (anzi, con il tempo si arricchiscono di aromi e profumi). Quindi a tutti coloro che, oltre al panettone gastronomico devono pensare ad altre 1000 cose, consiglio di usare il lievito madre; che poi anche prepararne le farciture è un bel lavoro (ammettiamolo!).

Dopo varie prove, finalmente ho trovato il panettone gastronomico che volevo!

Ho ottenuto un panettone gastronomico come lo cercavo da tempo adattando la ricetta dello shokupan giapponese di “bake with paws” e spero che la foto qui sotto riesca a dare un’idea della sua eccezionale morbidezza. Ma per averlo così si deve usare licoli dolce e yudane:

panettone gastronomico lievito madre morbidissimo

Allora, sì: ho detto licoli dolce e yudan. Roba strana anche per me fino a quando non li ho provati, poi me ne sono perdutamente innamorata. Accoppiata vincente per brioche e lievitati morbidissimi e umidi, e dalla conservazione estremamente lunga.

Ancora una ricetta?  Zuppa di Fagioli Bianchi e Gamberi di Gordon

Vediamoli un po’ più nel dettaglio:

Li.co.li. dolce: li.(evito) co.(ltura) li.(quida) rinfrescato con delle proporzioni non convenzionali (tale da fargli avere una consistenza tra il liquido e il solido) e con dello zucchero. Ho già parlato del lievito madre dolce (clic) e l’ho già usato nella ricetta del pan carrè (clic).

Chi ancora non ha il lievito madre (o il licoli, che a mio modesto avviso trovo di più semplice gestione e molto versatile) ed è stato incuriosito dalle sue tante qualità, può andare qui (clic) per crearlo e per approfondire i suoi benefici sul metabolismo e sulla salute, e qui (clic) per i rinfreschi di mantenimento.

Yudane: pre-impasto di acqua e farina (dalla concezione simile al water roux), in cui l’acqua bollente si versa sopra la farina e si mescola fino a bagnare tutta la farina. Si lascia raffreddare completamente per almeno 4h. Si può conservare una notte in frigorifero.

Farina:

Stiamo preparando un pan brioche, e vogliamo che l’impasto sia elastico per farlo crescere in altezza. Inoltre lo vogliamo dal sapore neutro e morbidissimo per “scomparire” al morso lasciando alle farciture il ruolo di protagoniste.
Quindi dobbiamo usare una farina 00 di forza medio/alta (300<W>350) e con un valore p/l basso (0,50<p/l>0,60) che vuol dire farina elastica. Contenuto in proteine tra 13,5 e 14,5. Va benissimo una farina di forza per pizza.  Io ho usato questa qui (clic). Se non usate una farina forte potete anche scordarvi l’eccezionale morbidezza di questo prodotto.

Attrezzatura:

Con queste dosi viene un panettone gastronomico da 750 g.

Stampo: puoi usare i classici stampi in carta per panettone oppure
uno stampo in alluminio apribile come questo (clic) – personalmente preferisco lo stampo apribile in alluminio perché con gli stampi di carta si spella sempre un po’ quando lo tolgo dallo stampo (non va spillato e messo a testa in giù come il panettone, tranquilli!).

panettone gastronomico lievito madre morbidissimo licoli dolce e yudane

Termometro da cucina a sonda: per verificare la fine cottura. Io ne ho uno tipo questo qui (clic).

Buste alimentari: se lo preparate in anticipo va conservato in una busta di plastica. Ne va bene una qualunque purché adatta al contatto con degli alimenti. E visto che si tratta di un panettone da 750g si possono usare anche i sacchetti gelo grandi, oppure si possono usare le buste dei grandi lievitati. Queste qui (clic).

Timing:

giorno 1
:
21.00 rinfresco licoli dolce (triplica in 4-6 ore a 28°C. Oppure in 8-9 ore a 24-25°C. Oppure in per 10-12 ore a 20-22°C)
giorno 2:
08.00 impasto
08.20 riposo tra i 15 e i 60 min.
08.45 formatura e nello stampo a lievitare fino al bordo. Coprire con cuffietta. La velocità di lievitazione dipende dalla temperatura a cui lo mettete. Consiglio però di lasciarlo lievitare a circa 22-23°C per tutto il tempo necessario (circa 10-12 ore) per ottenere un prodotto più morbido (la lenta lievitazione ha il suo perché 😉).
20.30 preriscaldare il forno statico sopra sotto a 190°C.
20.45 egg wash + cottura per circa 50 min. (la temperatura al cuore deve essere di 92-93°C).

Vi lascio una ricetta che sviluppa bene in altezza, fa una bella cupola, non collassa e accompagna tutti i tipi di farciture.

Ancora una ricetta?  Brioche Saint Genix

Nel disegno qui sotto vi lascio qualche idea di farcitura:

Aquarelle fenicotteri 700

Per favore, se rifai la ricetta e la pubblichi su altri blog o gruppi, ricordati di citare la fonte. Se ne hai voglia puoi anche taggarmi su instagram (@diariodicucina-Paola).

Panettone gastronomico

Il re del buffet. SEMPRE. Vi lascio una ricetta che sviluppa bene in altezza e che accompagna tutti i tipi di farciture.
Preparazione30 min
Cottura50 min
Fermentazioni/lievitazioni2 d
Tempo totale2 d 1 h 20 min
Portata: Aperitivo, Brioche
Cucina: Francese, Italiana
Keyword: biga, licoli dolce, lievito di birra, lievito madre, panettone gastronomico, yudane
Chef: Diario di Cucina - Paola

Attrezzatura

  • Planetaria
  • termometro a sonda
  • stampo per panettone da 750 g (in carta o apribile in alluminio)
  • sacchetti alimentari

Ingredienti

Yudane

  • 80,5 g farina forte per pizza vedi testo del post per maggiori dettalgi
  • 80,5 g acqua

Licoli dolce

  • 70 g licoli al picco
  • 207 g farina forte per pizza vedi testo del post per maggiori dettalgi
  • 86 g acqua
  • 34,5 g zucchero

Impasto principale

  • 80,5 g farina forte per pizza vedi testo del post per maggiori dettalgi
  • tutto lo yudane
  • tutto il licoli dolce triplicato
  • 11,5 g di zucchero semolato
  • 6 g di sale fino
  • 52 g di uova intere
  • 29 g di acqua
  • 23 g latte intero in polvere in mancanza del latte intero in polvere usare 29 g di latte intero fresco al posto dell'acqua
  • 29 g di burro a pomata

Istruzioni

  • Giorno X-1:
    Preparazione dello yudane: portare a bollore l'acqua e versarla (bollente) sopra la farina. Mescolare con cura e accertarsi che tutta la farina sia umida. Lasciar raffreddare per almeno 4h. Conservare in frigo tutta la notte. Io lo preparo verso le 16.00 e lo metto in frigo alle 20.00 (coperto con pellicola) fino al mattino seguente.
    Preparazione del licoli dolce: Deve triplicare. Io lo preparo verso le 21.00 così da essere pronto per essere usato il mattino seguente.
  • Giorno X: Impasto e lievitazione.
    08.00: Metti tutti gli ingredienti tranne il burro a pomata nella planetaria con il gancio a uncino.
    Fai andare 5 minuti a velocità "1".
    Inserire il burro e far impastare per 10-12 minuti. Fino a incordatura.
    Lascia riposare l'impasto tra i 15 minuti e i 60 minuti.
    Appiattisci l'impasto su un piano di lavoro, raccogli l'impasto verso il centro e pirlalo.
    Mettere l'impasto pirlato nello stampo di alluminio imburrato.
    Lasciar lievitare fino al raggiungimento del bordo. Io lo lascio lievitare lentamente (per circa 10 ore) a 22-23°C. Coprilo con una cuffietta durante la lievitazione
  • Prerisclada il forno a 190°C statico sopra sotto. Spennellalo con un uovo battuto (egg wash) prima di infornare nel ripiano più basso del forno per circa 50 minuti. Copri con carta alluminio la cupola dovesse colorarsi troppo. Il panettone gastronomico è cotto quando la temperatura al cuore arriva a 93°C.
  • Lasciar raffreddare una mezz'oretta prima di toglierlo dallo stampo di allumio (se il burro è ancora un po' caldo si toglie più facilmente dallo stampo). Lascia raffreddare completamente se usi lo stampo in carta.
  • Aspettare il giorno dopo per tagliarlo a fette.

Note

Per favore, se rifai la ricetta e la pubblichi su altri blog o gruppi, ricordati di citare la fonte. Puoi anche taggarmi su instagram (@diariodicucina-Paola).
Ancora una ricetta?  Cinnamon rolls dello chef Blumenthal

 

9 Condivisioni
5 10 voti
Article Rating
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
Ti potrebbero anche interessare
Pane fatto in Casa (Vero)

Pane fatto in Casa (Vero)

Buono come il pane. FINALMENTE un pane fatto in casa vero, con la crosta croccante tutt’intorno, la mollica…
alveolatura croissant francesi

Croissant Francesi Classici

Voilà… un paio di anni fa non avrei proprio creduto di scrivere questo post. I croissant francesi (quelli…
Pesche dolci della domenica come in pasticceria

Pesche Dolci della pasticceria

Per il mio compleanno (oggi sono 45 🎊🎉🛍 ) mi sono preparata le pesche dolci della pasticceria. Ma è…
Brioche francese

Brioche Francese Nanterre

Brioche Francese. Brioche Nanterre: è così che si chiama la brioche francese con questa forma. Paese che vai usanza…