Insalata Nizzarda

In effetti l’insalata nizzarda mancava tra le ricette francesi di questo blog, una dimenticanza imperdonabile!

Meno male che ci ha pensato lei, Cinzia, a rimediare. E l’ha fatto davvero in grande stile, complice la manifestazione L’Italie à Table e il suo intervento a questa manifestazione in qualità di fotografa e blogger per la camera di commercio italiana di Nizza. Insomma… un post in pompa magna dall’aria ufficiale e professionale. Non solo la ricetta della tipica insalata di Nizza, ma tante sue rivisitazioni in grande stile da parte di personaggi e chef famosi: la millefoglie di insalata nizzarda, il Pan Bagnat di insalata nizzarda, una terrina e un impiattamento in grande stile.

Insalata Nizzarda

Insalata Nizzarda

 

Lascio la parola a Cinzia:

Nizza è una città francese, ma i suoi abitanti si sentono Niçois: è una città dalle tradizioni radicate e dalla forte identità, tanto da avere una propria lingua (un dialetto con influenze piemontesi, liguri e provenzali), un proprio inno intitolato Nissa la Bella, e soprattutto, una propria cucina.

Nizza è l’unica città francese, assieme a Lione, ad avere un marchio che tutela la cucina tradizionale: se vi trovate a Nizza e volete gustare piatti celebri come la Salade niçoise, il Pan Bagnat, la Socca (simile alla nostra farinata di ceci), la Pissaladière, Tourte de Blettes (una torta a base di erbette, formaggio e pinoli), la Soupa au Pistou (zuppa con pesto) e molti altri, cucinati secondo le ricette originali, non vi resta che recarvi in uno dei ristoranti che espongono il marchio “Cuisine Nissarde”. 

L’evento che vi racconto oggi riguardava uno di questi piatti, la Salade Niçoise reinterpretata da quattro protagonisti della gastronomia locale.

Ma prima eccovi la ricetta della vera Insalata Nizzarda: seguitemi qui