Far Breton

far breton

Far Breton.

Il far breton è il tipico dolce della merenda che preparano le nonne.
Per cui, cari miei, mi perdonerete se il suo gusto di questo far breton non è come quello della vostra nonna Adelaide…
La versione base del far breton vede una crema pasticciera fatta con l’uovo intero (le nonne non buttavano niente!) e cotta in forno, con il vezzo di una prugna secca nel mezzo. Ma se vogliamo alzare un po’ il livello dovremmo occuparci di molti dettagli. Partiamo dalla cosa più semplice: la prugna morbida e saporita… basta metterla a bagno tutta la notte in un bicchiere di acqua e rum (50 e 50), ma se ci sono i bambini veri allora è meglio metterle a bagno in acqua e zucchero (il rum ha il duplice compito di aromatizzare la prugna e di far sparire il sapore di uovo).

Per aromatizzare la crema invece potremmo usare il classico baccello di vaniglia.

Per dare morbidezza alla crema e non farla sapere troppo di farina dovremmo usare due farine, la 00 e quella di riso in parti uguali (provateci anche con la crema pasticciera classica e vedrete che meraviglia), mentre per dare sapore alla crema non c’è niente di meglio della panna.

E le consistenze? allora, abbiamo detto che la crema è morbida quindi facciamo croccante la superficie spolverizzandola di zucchero.

Facile, no? In realtà il far breton è un dolce davvero semplice da fare: basterebbe assistere una volta sola alla sua preparazione…  et voilà, les jeux sont faits. Perché dico questo? Perché la cosa più difficile del far breton è stata trovare la teglia giusta. La quantità degli ingredienti di questa ricetta sono adatti per una teglia di alluminio NON antiaderente 30×22 di 6 cm di altezza. Se usate una teglia antiaderente la crosticina sotto non si farà e il far breton sarà un po’ meno gustoso 😉

Ricetta Far Breton

Far Breton
Stampa
Tempo totale
1 hr
Tempo totale
1 hr
Ingredienti
  1. 5 cucchiai di farina 00
  2. 5 cucchiai di farina di riso
  3. 10 cucchiai di zucchero
  4. 5 uova intere
  5. 750 ml di latte intero
  6. 250 ml di panna fresca
  7. 250 g di prugne secche denocciolate
  8. 1/2 bicchiere di rum
  9. 1/2 baccello di vaniglia
Preparazione
  1. La notte prima ho messo in ammollo le prugne in acqua e rum.
  2. Ho mescolato molto bene le uova intere con lo zucchero, il latte, la panna e le farine setacciate. All'ultimo ho aggiunto il contenuto del mezzo baccello di vaniglia.
  3. Ho imburrato la teglia e l'ho passata di zucchero semolato, quindi c'ho versato il composto, e ho messo in forno già caldo a 180° C ventilato.
  4. Dopo circa 12-15 minuti dall'inizio della cottura ho aggiunto le prugne (così non affondano troppo) e dopo altri 15 minuti ho spolverizzato la superficie con lo zucchero. Il dolce va tolto dal forno quando la superficie si colora un po'.
  5. Tagliare e servire.
  6. Buono sia leggermente caldo che freddo.
Note
  1. Per una teglia di alluminio NON antiaderente 30x22 di 6 cm di altezza.
Diario di Cucina https://www.diariodicucina.it/
  • pamp

    BuONGIORNO!
    Ho provato a farla, una ciofeca! Nel senso che non si cuoceva mai e alla fine l’ho tolto dal forno ma aveva la consistenza di un creme caramel :-(

    • Ciao Pamp, descritto così faccio molta fatica a capire cosa sia successo che nonna fatto andare le cose a dovere. Se hai seguito la ricetta al grammo, deve essere solo una questione di forno.
      Come valutavi la NON cottura del dolce? Non vedevi la superficie dorarsi? Dove ce l’ha il tuo forno l’elemento riscaldante, sopra o sotto?

      • pamp

        Carissima, sì ho seguito la ricetta al grammo, scontato dire che manco mi avvicino di un grammo alla tua competenza ahahah, la superficie era quasi bruciacchiata, per questo ho tolto dal forno, avendo fatto la prova stecchino con risultato: ASCIUTTO!

        Per quanto riguarda il forno, il mio è SOLO VENTILATO :-( mi dirai impossibile ma ti garantisco che è così, la funzione statico non ce l’ha!

      • Grazie per i complimenti, ma… diciamo che procedo come tutti: ricetta in mano e tanti tentativi prima di trovare quello che cerco, soprattutto se c’è di mezzo il forno.
        In questo caso direi che l’hai cotto troppo… il far breton dovrebbe avere la consistenza di una crema pasticcera bella densa con dentro delle prugne secche. Quindi se lo stuzzichino era asciutto… poi se la superficie era quasi bruciacchiata, non ci sono dubbi: l’hai lasciato cuocere troppo. Se anche il tuo forno ha l’elemento riscaldante in alto, la prossima volta NON fare la prova stecchino e segui i tempi di cottura indicati nella ricetta :-)

      • pa

        Ok cara, ci riproverò!
        Complimenti per il tuo blog, è tra i miei preferiti ! :-)

      • Per il far breton mi ci è voluto parecchio prima di trovare la ricetta giusta, ma io sono testarda 😉
        Grazie ancora peri complimenti e spero che questo “inconveniente” con il far breton non ti abbia demotivato a provare altre ricette…

      • pamp

        Assolutamente no… al massimo guardierò le foto con invidia :-)

        Grazie ancora per la risposta, ciao!